Bando di partecipazione

Residenza: 26 agosto – 30 settembre 2020 | Mostra: apertura 25 settembre 2020

VIAINDUSTRIAE e Mahler & LeWitt Studios sono lieti di annunciare il seguente bando rivolto a un/a artista, scrittore/scrittrice o curatore/curatrice per partecipare alla nostra sessione di residenza autunnale, organizzata in collaborazione con la poetessa Rachael Allen, per una durata di quattro settimane tra il 26 agosto e il 30 settembre 2020. Come parte dell’opportunità di residenza, il vincitore svilupperà una mostra di libri d’artista ed ephemera, relativi alla propria pratica e al contesto della residenza, utilizzando l’archivio VIAINDUSTRIAE e la sua collezione di libri e documenti d’artista sulla storia dell’arte contemporanea.

WORD PLAY: Art & Poetry fa parte della sessione di residenza Art & Poetry: un programma incentrato sulla ricerca che esplora la relazione dinamica tra poesia, scrittura sperimentale e arti visive e dello spettacolo. La sessione di residenza 2020 sarà seguita da una seconda sessione di residenza correlata nel 2021, che includerà un simposio.

Viaindustriae è un’organizzazione no profit e collettivo, attiva dal 2005, che sviluppa progetti di arte contemporanea e culturali – pubblicazioni, residenze, mostre ed eventi – concepiti come pratica creativa, modulare e aperta che può essere inclusiva e socialmente permeabile. Ha sede a Foligno, in Italia, in un’ex fabbrica di abbigliamento. Con la sua pratica, mira a indagare i territori intermedi tra arte, architettura ed editoria. Viaindustriae instaura una relazione con artisti che cercano di interagire e migliorare la cooperazione e le istanze di cogenerazione della produzione artistica. Nel 2009 Viaindustriae ha lanciato INbook OUTbook IFbook, un progetto biennale di ricerca e residenza sulle potenzialità di esposizione e archiviazione dei libri d’artista. WORD PLAY: Art & Poetry fa parte del programma INbook OUTbook IFbook del 2020.

La prima raccolta di poesie di Rachael Allen, Kingdomland, è pubblicata da Faber & Faber. È coautrice di numerosi libri d’artista, tra cui Nights of Poor Sleep con Marie Jacotey e Almost One. Say again! con JocJonJosch. Ha scritto di arte e poesia per ArtReview, TANK magazine e Music&Literature, ed è editor di poesia per la rivista Granta e Granta Books. Attualmente è borsista presso l’Università di Manchester.

L’associazione Mahler and LeWitt Studios è fondata a Spoleto, in Umbria, grazie alla presenza degli studi e dei laboratori dell’artista scultrice Anna Mahler (1904-1988) e dell’artista concettuale Sol LeWitt (1928-2007). La Torre Bonomo, una torre medievale un tempo utilizzata come residenza e spazio espositivo dalla gallerista Marilena Bonomo (1928-2014), è anch’essa al centro del programma. Il programma di residenza offre ad artisti, curatori e scrittori un ambiente ricco di stimoli e adatto alla concentrazione, nel quale sviluppare nuovi metodi di lavoro in dialogo con i propri pari e con il patrimonio culturale unico della regione. Ogni residenza è facilitata in risposta ai bisogni e agli interessi dei/delle partecipanti: la sperimentazione è incoraggiata. Durante la residenza, i curatori facilitano la ricerca e, laddove possibile e necessario, organizzano eventi o mostre. Per ogni residente viene messo a disposizione alloggio e accesso 24 ore su 24 a uno studio. È anche possibile accedere a laboratori per la produzione di ceramiche e ad altri laboratori per la produzione, e a diverse biblioteche sul territorio. Per informazioni dettagliate e per saperne di più sul lavoro dei precedenti residenti e sui nostri progetti, visitare il nostro sito Web http://www.mahler-lewitt.org/it/.

Mostra – il programma di residenza si concentra sul processo di ricerca e sviluppo. Tuttavia, è prevista una fase espositiva all’interno della X biennale sul libro d’artista LIBEROLIBRODARTISTALIBERO / FREEBOOK. La mostra aprirà il 25 settembre 2020 in una sede (da confermare) a Spoleto. 

Documentazione – Successivamente al periodo di residenza, come processo di valutazione e di riflessione sul proprio lavoro a Spoleto, ogni residente è invitato a sviluppare un contributo a una pubblicazione di fine anno, resa disponibile online e in formato cartaceo. I contributi precedenti hanno incluso interviste con il curatore, testi, opere d’arte originali o una combinazione di tutti e tre.

La residenza include: 

  • Permanenza fino a 4 settimane 
  • Accesso a uno studio e altri servizi alla Mahler & LeWitt Studios 
  • Accesso all’archivio e alla collezione VIAINDUSTRIAE, con supporto curatoriale 
  • Alloggio indipendente con camera da letto privata, bagno e cucina
  • 30 euro per diem 
  • Tutoraggio curatoriale
  • Sviluppo di un display espositivo basata su temi di ricerca correlati alla sessione di residenza, che sarà presentata come mostra a Spoleto il 25 settembre 2020.
  • Budget di produzione (fino a 500 euro) 

AMMISIBILITÀ

Aperto ad artiste ed artisti di tutte le discipline, scrittrici e scrittori, curatrici e curatori. 

COVID-19

La sicurezza degli artisti che partecipano alle nostre sessioni di residenza è della massima importanza per noi. Tutti i nostri alloggi sono indipendenti e ogni residente ha il proprio bagno e la propria cucina. Stiamo implementando i protocolli di pulizia e stiamo aderendo alle guide delineata dal governo locale. In caso di dubbi o domande, non esitate a contattarci.

COME PARTECIPARE

La scadenza per la presentazione delle applicazioni è il 10 agosto 2020.

Le applicazioni devono includere: 

  • Statement dell’artista / descrizione della propria pratica (massimo 500 parole)
  • Una breve descrizione di come useresti il periodo di residenza e perché sarebbe utile per la tua pratica (massimo 250 parole)
  • Fino a 10 immagini e un breve video (massimo 5 minuti) 

Tutte le applicazioni e/o le domande devono indicare nell’oggetto “Open Call: WORD PLAY: Art & Poetry” e inviate via e-mail a: info@mahler-lewitt.org e info@viaindustriae.it 

ULTERIORI INFORMAZIONI 

Per maggiori informazioni, visitare www.mahler-lewitt.org e www.viaindustriae.it.