Ellen Mara De Wachter
Scrittrice in Residenza

Nella foto: Patience Grey a Spigolizzi, Puglia, 1988

ellenmaradewachter.com

La scrittrice Ellen Mara De Wachter si unisce a noi a Spoleto per lavorare al suo nuovo libro The Egg and The Eye, il quale si rivolge ai fari della cultura, dall’arte pop e d’avanguardia alla letteratura e al cinema, per illuminare il rapporto tra il cibo e le arti. La sua narrazione è punteggiata da racconti di incontri immediati con il cibo: Andy Warhol scarta e mangia un panino Burger King davanti alla fotocamera; Sarah Lucas porta un salmone morto sulla spalla come un fucile d’artiglieria; Donald Judd e Robert Rauschenberg disegnano i menu per il ristorante FOOD, gestito dagli artisti, a SoHo, New York. Dalla celebrazione della spigolatura di Agnès Varda al foraggiamento di Patience Grey all’interno del il bacino del Mediterraneo; dai giochi di Carolee Schneemann con la carne cruda alle fantasie alimentari lette alla luce delle teorie erotiche di Esther Perel, questo libro offre il cibo come mezzo per comprendere l’arte e la cultura e tratta la cultura come un catalizzatore per un nuovo apprezzamento del cibo. Attraverso la scelta dei soggetti, il libro mette a fuoco una serie di preoccupazioni, dagli aspetti sociali, politici ed economici della vita a genere, razza e classe; l’immaginazione; emozione, nostalgia e memoria; sostenibilità e ambiente; l’industria del benessere; piacere ed erotismo.

La scrittura di Ellen è apparsa in una serie di pubblicazioni, tra cui Frieze, Art Quarterly e Art Monthly. I suoi saggi video sono stati pubblicati su frieze.com e nel 2017 ha presentato un programma sulle sue ricerche sulla collaborazione artistica su BBC Radio 4. Il suo libro Co-Art: Artists on Creative Collaboration (Phaidon) del 2017 esplora il fenomeno della collaborazione nel campo delle arti visive e il suo potenziale nella società in generale. La sua sceneggiatura è inclusa in Great Women Artists (2019) e in diverse antologie medio specifiche pubblicate da Phaidon. Ha contribuito con saggi e interviste a cataloghi di mostre sul lavoro di artisti tra cui Daphne Wright, Fiona Tan, Nastja Säde Rönkkö, Lawrence Lek, Melanie Manchot, Rachel Maclean e Sora Kim.

È docente del corso di laurea Culture, Criticism and Curation presso Central Saint Martins, University of the Arts di Londra e ha insegnato al Royal College of Art, al London College of Communication, alle Royal Academy Schools, al Goldsmiths College, alla Brighton University e alla Newcastle University. Nel 2013-15 è stata curatrice dello sviluppo di collezioni pubbliche presso la Contemporary Art Society, dove è stata responsabile del programma di acquisizioni CAS per i musei in tutto il Regno Unito. In precedenza, ha lavorato in varie organizzazioni artistiche a Londra, tra cui la Barbican Art Gallery e il British Museum.